74.09%

Nuovo obbiettivo di Boîte è ampliare il proprio pubblico di lettori attraverso la traduzione dei propri contenuti in inglese. Boîte dal 2009 dedica le sue pagine prevalentemente alla documentazione e all'approfondimento dell'arte contemporanea italiana e l'edizione bilingue permetterebbe non solo di coinvolgere più lettori, ma di esportare all'estero tali riflessioni e promuovere il panorama artistico del nostro Paese. La rivista ha già ottenuto attenzione all’estero: è stata selezionata per la mostra dedicata alla migliore editoria italiana “Italia Happening, 130 Künstlerbücher” al Salon für Kunstbuch 21er Haus di Vienna (2015) ed è richiesta da centri d'arte internazionali.

Dettagli di progetto

Il progetto prevede la pubblicazione di Boîte #16 in versione italiana e in versione inglese.Il ricavato delle vendite anche all'estero di Boîte #16 permetterà la traduzione del numero successivo.

Boîte mutua il suo nome e il suo aspetto, ossia una scatola, dall'opera d'arte "La boîte verte", in cui Marcel Duchamp, nel 1934, raccolse i suoi appunti dedicati al capolavoro, il "Grande vetro". La scelta di questo nome vuole ricordare l’importanza dell’artista francese per comprendere lo sviluppo artistico del Novecento e sottolineare il valore, talvolta esplicativo, talaltra enigmatico, che la parola assume se associata all’opera d’arte.

La “scatola”, come ci piace chiamarla rifuggendo dalla definizione di “rivista”, approfondisce un tema diverso in ogni numero.

Le rubriche:
Così è se vi pare | editoriale
Tutta l’arte è stata contemporanea | contributo storico critico
Testimoni oculisti | due artisti di generazioni diverse a confronto
Camera con vista | un artista giovane
Amarcord | racconti aneddotici
Magiciens de la terre | una mostra significativa
La Biblioteca universale | consigli bibliografici
La locanda dei forestieri | l’interdisciplinarietà
Aspettando Godot | il teatro
La cesta dei granchi | la critica
Inventario privato | poesia d’artista
Boîte en reves | libri d’artista
Prenditi cura di te stesso | consigli per prendersi cura di sé attraverso la cultura
… E fatti esperto di cosmografia interiore | una citazione da ricordare

Gli argomenti trattati:
boîte#1: Marcel Duchamp
boîte#2: Il collage
boîte#3: Il disegno
boîte#4: La fotografia
boîte#5: La trasformazione organica della materia nell’arte
boîte#6: L’arte relazionale
boîte#7: Il suono
boîte#8: Il viaggio
boîte#9: Fluxus
boîte#10: Narrative Art
boîte#11: l’anonimato dell’artista
boîte#12: l’opera nascosta
boîte#13: Le istruzioni d'uso
boîte#14: L’irrazionalità e il caso

Autore

Boîte è stata fondata nel 2009 da Federica Boragina e Giulia Brivio.

Hanno partecipato a Boîte gli artisti: Giovanni Anselmo, Gianfranco Baruchello, Gianni Berengo Gardin, Sergio Dangelo, Piero Gilardi, Giulio Paolini, Gianni Emilio Simonetti, Yoko Ono, Marghereta Zelle; Caretto e Spagna, Paola Di Bello, John Duncan, Emilio Fantin – Luigi Negro – Giancarlo Norese – Cesare Pietroiusti, Stephanie Nava, Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini, Luca Vitone, VibekeTandberg, Luc Fierens, Silvio Wolf, Danny Mc Donald, Ermanno Cristini, Chiara Camoni; Carlos Bunga, Francesco Cavaliere, Nico Dockx, Gianni Moretti, Igor Muroni, Timea Anita Oravecz, Luca Scarabelli, Mark Cavendish, Alessandro Zuek Simonetti, Anonima Nuotatori, Richard Sympson, Alessandro Di Pietro, Samuele Papiro, Chiara Mu, Alessandro Roma, Roberto Fassone.

Hanno scritto per Boîte gli storici dell’arte: Francesca Alfano Miglietti, Adriano Altamira, Paolo Bolpagni, Giorgio Bonomi, Cristina Casero, Elena Di Raddo, Gillo Dorfles, Daniela Ferrari, Elio Grazioli, Elisebetta Longari, Gaspare Luigi Marcone, Luca Panaro, Carla Subrizi, Francesco Tedeschi.

FAQ

Fai la tua domanda!
close

FAQ